Loading...
metodo kiss

METODO KISS: CONSIGLI PER UN MARKETING “AL BACIO”

Nella giornata mondiale del bacio anche A\tratti libera il suo lato romantico e ti svela i segreti per un marketing … al bacio. Stiamo parlando del metodo KISS: “Keep it simple, Stupid“.

 

Ma in cosa consiste, nei fatti, il metodo KISS?

Falla semplice, Stupido”, lo dice il nome stesso. È un modo diverso, e in certi versi innovativo, con cui approcciarsi al Marketing. L’idea di base è semplice: semplificare. Partire dall’essenza di un concetto, progetto, strategia, da arricchire via via che se ne appuri la correttezza.

Il mondo va veloce, le informazioni corrono, la soglia di attenzione a ciò che ci circonda si è notevolmente abbassata. Bisogna essere in grado di cogliere l’attimo.

Il segreto per un business di successo è infatti la semplicità. Renderlo fluido, gestibile e facilmente adattabile alle fluttuazioni di un mondo liquido, in continuo movimento.

Bisogna pensare e lavorare “agile”: mirare a ciò che è davvero importante, senza perdersi nel superfluo. Dovrebbe essere naturale pensarla così, ma in realtà, nel lavoro e nel privato, si tende a strafare, mettere troppo, anche ciò che non è necessario. In poche parole complicarsi la vita.

 

Benefici del metodo KISS

Pensare e agire secondo il metodo KISS, risulta più produttivo e gratificante. Progettare partendo dall’essenziale, utilizzando uno stile semplice, senza preoccuparsi dei dettagli o della perfezione, permette di concentrarsi sulle cose davvero importanti.

Nel momento in cui la strategia o il progetto si applica e funziona, solo allora, si può pensare ad evoluzioni ed aggiunte.

Il metodo KISS può essere usato in vari campi del marketing: dallo sviluppo del logo alla scrittura dei testi, fino alla creazione di nuovi prototipi e prodotti; ma in generale, si presta a qualunque ambito, lavorativo o privato.

 

Alcuni consigli “al bacio”

 Non ci sono regole precise per mettere in pratica il metodo KISS. Quello che è fondamentale è cambiare il proprio approccio con la realtà circostante.

  • Semplificare è complicato, occorre pianificare con attenzione

Le soluzioni più complicate e sofisticate, strutturate e meno ovvie, non sono le più efficaci solo perché hanno richiesto più tempo per essere formulate. Spesso la chiave per successo è proprio sotto gli occhi, richiede solo attenzione a interpretare in modo nuovo quello che è alla portata di tutti.

  • Fai delle azioni mirate e costanti al fine di raggiungere i tuoi obiettivi

Quando applichi una nuova strategia o proponi una novità sul mercato, non complicare subito il tutto cambiando piano d’azione perché non si verificano i risultati sperati in breve tempo. La semplicità richiede tempo e pazienza. Fai la cosa più semplice: aspetta il tempo necessario. Nel frattempo monitora e apporta le migliorie necessarie a raggiungere il tuo obiettivo.

  • La semplicità è alla portata di tutti

Ricorda sempre chi sono i tuoi interlocutori: un linguaggio tecnico e complicato è sicuramente più corretto, ma non è certo sia il più comprensibile. Comunica in modo semplice, questo ti consentirà di raggiungere più persone, e non solo chi si intende di tecnicismi.

  • Less is more: dire meno per dire di più.

Se devi parlare del tuo prodotto o della tua attività alla clientela, non soffermati sui dettagli tecnici, ma mira ad esporre i benefici che apporta e come può migliorare la sua vita. La semplicità aiuta ad entrare nella zona di comfort dei potenziali clienti.

  • Prenditi dei momenti di pausa e di distacco dal tuo lavoro

Questo ti consentirà di fare una valutazione più lucida e razionale. Ritornare su un progetto dopo un periodo, anche breve, di distacco aiuta a rendersi conto di quanti dettagli superflui siano presenti. Sviluppa il tuo pensiero partendo dagli aspetti più semplici ed essenziali, da poter via via implementare.

 

Ricorda: “È semplice rendere le cose complicate, ma è complicato renderle semplici.” (Arthur Bloch)

Condividi:
Share