Innanzitutto, è bene capire cosa sia l’ e-commerce.
Con tale termine ci si riferisce all’insieme delle transazioni elettroniche che avvengono fra produttore di beni/servizi (offerta) e consumatore (domanda). Più precisamente, con e-commerce s’intende quel processo di acquisto e vendita che avviene tramite Internet, app mobile o piattaforme dedicate.

 

Sostanzialmente, si distinguono due tipi di e-commerce:

  • Business to Business (B2B), quando la relazione è tra due imprese;
  • Business to Consumer (B2C), quando la relazione è tra un’impresa e un consumatore.

 

transazione elettronica e-commerce

  

Vantaggi dell’e-commerce

Avviare un e-commerce non è semplice ed è bene affidarsi a un team di esperti, in quanto è una vetrina sempre aperta e soggetta a recensioni e feedback dei clienti.
Ma avere un e-commerce può presentare molti vantaggi che vi elenchiamo di seguito:

Global reach 

Letteralmente il suo significato è portata globale. Con un negozio fisico si è geograficamente limitati, mentre con l’e-commerce no. Si può vendere a chiunque da qualsiasi parte del mondo, previo accordo con le aziende di spedizione, così da evitare spiacevoli costi aggiuntivi.

H24

Gli store fisici, di solito, non sono aperti 24 ore su 24, 7 giorni su 7, 365 giorni l’anno; gli e-commerce sì.
Tale peculiarità consente di sfruttare anche le pause e i momenti di riposo dei consumatori.

Costi “operativi” bassi

Non essendoci affitti, utenze e personale da pagare, in genere i costi operativi sono significativamente inferiori. Ciò permetterebbe agli e-commerce di essere più competitivi sul prezzo dei prodotti/servizi offerti. Tuttavia vanno considerati i costi relativi a progettazione e sviluppo e gestione della piattaforma e-commerce.

WMS

L’utilizzo di un software di Warehouse Management System (WMS) può aiutare nella gestione automatizzata dal magazzino. Tali programmi consentono di gestire in maniera ottimizzata e razionale le merci, a partire dall’accettazione fino alla loro spedizione.

Analisi dei dati

Grazie a specifici software di raccolta e analisi dei dati, come – il più comune – Google Analytics, è possibile comprendere meglio i comportamenti d’acquisto degli utenti e i processi di stoccaggio della merce, al fine d’incrementare le vendite.

Smart working

Con un e-commerce, finché si hanno un laptop e una connessione a Internet, si può potenzialmente gestire la propria attività ovunque e in ogni momento.

10 cose indispensabili per un e-commerce di successo

Dopo aver esaminato in dettaglio quali siano i vantaggi di un e-commerce cerchiamo di capire come crearne uno di successo. Per offrire una user experience (UX) gratificante è bene tenere a mente i prossimi dieci elementi.

Https

Potrà sembrare una banalità, ma avere un sito Web Https può aiutare con il posizionamento sui motori di ricerca. Un sito Web “non sicuro” sarà meno indicizzato.

Home page accattivante

Creare una home accattivante e d’impatto è importante perché è da lì che gli utenti decidono se continuare o meno la navigazione. Qualche consiglio:

  • curare lo stile grafico;
  • rappresentare l’attività e/o i prodotti in vendita in modo veritiero;
  • inserire promozioni in evidenza per attirare l’attenzione del consumatore;
  • aggiungere una barra di ricerca;
  • prevedere un form per le recensioni;
  • facilitare l’iscrizione alla newsletter aziendale;
  • riportare chiaramente i metodi di pagamento e i costi di consegna.

Responsive design

Avere un sito Web perfetto, ma non ottimizzato per i dispositivi mobile è come avere una moto con il limitatore di velocità. Un UX design facilitato per tablet e smartphone aiuterà l’utente durante il processo d’acquisto.

Ottimizzazione SEO

L’ottimizzazione SEO è altrettanto importante e, in genere, prevede:

  • analisi e scelta delle keyword;
  • inserimento di nuovi contenuti all’interno del sito;
  • ottimizzazione delle immagini;
  • ottimizzazione tecnica della sitemap.

Social media button 

I social media rappresentano un ottimo modo per creare engagement e generare traffico, pertanto inserire nel sito i social media button è d’obbligo. Al contempo, è d’obbligo anche rimandare al sito dai social media, dove quindi verrà inserito un apposito link. L’obiettivo è creare un circolo virtuoso di rimandi reciproci.

Brand product

I clienti impazziscono per i prodotti di marca perché comunicano qualità e valori. Inserirli in home o in posizioni strategiche può aumentare le vendite.

Live chat

Interagire in tempo reale con i clienti serve a incrementare la fiducia nei confronti del brand. L’utente così sa che, in caso di bisogno, c’è qualcuno pronto ad aiutarlo.

Newsletter efficace

Tenere aggiornati i clienti o, per meglio dire, il proprio target sulle ultime novità è quanto mai importante. Una newsletter che si rispetti deve quindi:

  • includere sconti;
  • richiedere recensioni;
  • informare sui nuovi prodotti;
  • informare sui prodotti in esaurimento.

Carrello e login

Un buon e-commerce, oltre all’icona del carrello, dovrebbe includere anche quella del login; in tal modo, tramite la registrazione al sito e la costruzione di un profilo, il cliente potrà personalizzare gli acquisti o essere richiamato in caso di carrello abbandonato, senza considerare che così facendo si ottiene un contatto profilato (lead generation).

Novità in evidenza

Ai clienti abituali piace tenersi aggiornati sulle ultime novità. Mettere in evidenza i nuovi prodotti non può che dare un’idea di continua cura e aggiornamento del sito.

Questi, secondo A\Tratti, sono gli elementi che non possono mancare in un e-commerce di successo.
Avere una strategia, d’altra parte, è indispensabile per progettare e-commerce di qualità. Inoltre, ogni nostro lavoro è “taylor made” nel rispetto delle esigenze del cliente.

Clicca qui per una consulenza strategica.